Volti. Ritratti di Angelo Salomone e Poesie di Barbara Calaba

immagine

MIGLIONICO. Volti. E’ la mostra personale che, l’artista 69enne piemontese, Angelo Salomone, sta proponendo in questa settimana nella cittadina del Malconsiglio a partire dal 13 Agosto. Nelle sale del Castello federiciano del 1100, i volti realizzati dall’artista sceso dal Piemonte e che ama la Lucania ed in particolar modo Miglionico cui è legato da vincoli familiari e dove è lieto di trascorrere le sue vacanze, sono in bella mostra accompagnati dalle poesie esplicative di Barbara Calaba. “Tratto e parola s’intrecciano nel raccontare lo stupore per la vita…” è il sottotitolo di questa mostra che racconta con i volti le caratteristiche del popolo della Valsesia. Una trentina di volti disegnati con matite e pastelli ad olio che rappresentano uomini, donne, anziani con in evidenza appunto i loro volti segnati dal tempo e le loro mani. Ritratti realizzati da Salomone, ex bancario in pensione, negli anni fra il 1970 ed il 2012. Accompagnati dalle poesie della pedagogista e mediatrice familiare, Barbara Calaba, i ritratti di Angelo sembrano parlare e trasmettere da quei segni i loro sentimenti e le loro tante emozioni come il ritratto di Rosa e Ietta. Le due sorelle di Cravagliana rappresentano due diversi modi di essere donne e madri con una che amava parlare della sua famiglia e delle esperienze di madre mentre l’altra, Rosa, si cimentava coinvolgendo le persone all’ascolto nel raccontare storie di misteri e magia. E Teresina, innamorata della sua terra, quella di Cravagliana ma che potrebbe essere anche quella di Miglionico, delle sue genti delle sue storie e dei suoi affetti lì coltivati. Volti particolari come quello di Giacomo che nei suoi viaggi come cuoco per tutto il mondo era come un aquilone all’inseguimento del vento sempre desideroso di scoprire sfaccettature della vita e coltivare nuove emozioni. Dino, Annalisa,Christian, Anna e Giuseppe che a 90 anni seduto su un balcone della sua baita guarda al passato trascorso, apprezzando ogni nuovo giorno che arriva, preparandosi serenamente al congedo. E tanti gli altri volti rappresentati da Angelo che con le poesie della Calaba, si animano e si raccontano. Una personale, organizzata nel cartellone estivo del “Serestate a Miglionico” con il patrocinio del Comune di Miglionico, che resterà aperta fino al 18 per quanti vogliano apprezzare le doti di un artista del nord che con i tratti di una matita accomuna i suoi personaggi, a quelli delle nostre terre del sud, rendendoli unici. Angelo racconta e cerca nei suoi ritratti il cuore dei personaggi. Non è infatti un caso che si soffermi sui loro volti, dai quali l’artista mira a coglierne l’anima. E anche il mezzo grafico utilizzato, la matita, è significativo dell’essenzialità e della spontaneità che Angelo ama cogliere e trasmettere dai suoi ritratti. “Sono contento – esordisce Salomone, di poter esporre i miei ritratti, con le poesie della Calaba, in una cornice suggestiva come quella del Castello del Malconsiglio. Anche questa è una terra piena di valori radicati ed importanti e che ho imparato ad amare grazie a mio cognato, Giacomo Occhiogrosso e sua moglie Augusta Galletti che hanno sempre decantato questo luogo.”

dal Quotidiano della Basilicata del 15/08/2013
di Antonio Centonze